10 cose che non sai dell’Australia:








10) Bisogna controllare le scarpe ogni mattina: ci si annidano ragni velenosi.
Stesso discorso vale per tasche, guanti, coperte… beh, più o meno in tutto. Mi stupisco che esistano ancora australiani.


9) La polvere che si appoggia sui mobili è di colore rosso.
Più ci si avvicina verso il centro, più diventa rossa.


8) Pavarotti è molto popolare nei parcheggi.
La sua musica è riprodotta giorno e notte, perché, a quanto pare, tiene lontani i giovinastri.




7) ‘Jingle bells’ ha un testo leggermente diverso:
Hanno modificato tutti i riferimenti al freddo e alla neve.


6) Quando senti:‘It’s Tea time!’, non aspettarti una tazzona di the.
Significa che è ora di cena.


5) Le strade sono ammobiliate.
La gente è talmente ricca che cambia mobilio con una certa frequenza. Per non rottamarli, abbandonano tavoli, armadi e sofà seminuovi sul ciglio della strada. Se qualcuno necessita, ne può far utilizzo.


4) L’eroe nazionale è una rapinatore di banche.
Ned Kelly, colui che… uccise un pugno di poliziotti indossando un secchio in testa.



3) Pesce in tavola… a Natale?!
Eh, già. E fa pure un caldo che.. ma un caldo che… poi non mi vengono le parole.


2) Se ti chiedono ‘come stai, amico?’, non sono genuinamente interessati al tuo stato.
Si usa rispondere: ‘bene, grazie’, anche se è la peggior giornata della vita. È solo una forma di saluto, e non si aspettano una risposta prolissa. Piccolo avvertimento: nel loro accento, la domanda è pronunciata ‘Asagoin, meì?’.


1) VEGEMITE. Ah.
Estratto di lievito a colazione: come spalmare dado per brodo su un toast. E la cosa più strana di tutte, è che mi piace.