LETTERA D'AMORE pt.2 - SCENEGGIATURA!

STUDIO
È il momento di sciorinare carinerie: la sommergeremo di marshmellow e panna montata. Sto parlando di tirar fuori dal cilindro i salamelecchi più ignobili, di quelli che devi fare una pausa tra una parola e l’altra perché altrimenti soffochi.
Io non sono un granchè con i complimenti....
BAR
IO. Sei così bella che se fossi appena un po' più bella, saresti uguale a te solo un po' più bella.
GIULIA. Sorriso, più lentamente diventa una smorfia.

STUDIO
… ma farò del mio meglio. Sono riuscito a tirare fuori sette complimenti, prima di essere interrotto da un conati di vomito arcobaleno.



IO. 1 Il tuo sorriso
Due lacrime hanno disegnato le tue labbra. Le ho colte spesso - ma mai abbastanza - aperte in un adorabile sorriso, così splendente da illuminarmi la giornata.


IO. 2 I tuoi occhi
I tuoi occhi di sera sono lo spettacolo migliore. Profondi laghi che brillano alla luce del giorno morente, chiari come una promessa. Ogni battito di ciglia è un battito del mio cuore.


IO. 3 Le tue mani

Le tue tiepide mani mi accarezzano ogni notte in sogno. Oh, dea benevola, le tue dita sono nobili espressioni di un candore di nuvola.


IO. 4 Capelli
I tuoi capelli scorrono come torrentelli di miele. Dapprima quieti, imbizzarriscono poi in sponde e anse, mossi e brillanti di luce.


IO. 5 Pelle
La tua pelle è perfetta, soffice e liscia come un tessuto prezioso, profumata di nostalgia.
Luigi si annusa un'ascella. 


LUIGI. Uh, che odore di nostalgia!
IO. La pelle illumina il tuo viso come la luce della luna e solo il freddo osa imporporare le tue guance.
IO. 6 La tua personalità
I girasoli volgono a te le loro chiome, quando, passando per la via, li avvolge la tua scia di allegria e spensieratezza. Pare piangano petali, avvolti nello zuccheroso sentore della tua bontà. Ma per le lacrime spazio non c’è: al pulsare della tua forza e determinazione li vedo invigorirsi e rinascere. Come ho visto te rinascere, e rialzarti risoluta dopo ogni affronto, nella tua ferma dolcezza e dolce fermezza.
IO. 7 La tua essenza
È un flusso che ti accompagna ad ogni passo, ti sovrasta, si fa dominare: è la tua essenza, sei tu. Nessuno può ignorarlo, nessuno può resistergli: un aroma delicato e accattivante, tanto avvolgente quanto sincero, cattura rapace ogni sguardo. Sentirlo è vederlo, e vederlo è ammirare te.»
STUDIO.
IO. Oh, non me venivano altri. Cioè, ovviamente potevo deliziarmi in descrizioni di fianchi, culo e tette, ma sinceramente non sono riuscito a metterli in maniera poetica.
IO. Il tuo popò è come un pacco regalo la mattina Natale. Sei come un magnete: attrai dal retro e allontani dal davanti. Le tue tette sono così grosse che hanno una loro atmosfera. Vorrei che fossero il mio guanciale, per garantirmi un dolce riposo”


UGO. Ricapitoliamo:


Cara [NOME DELL’AMATA],

[INTRODUZIONE]

[FANFARONATE]

[BOMBA!]

[SALAMELECCHI IN QUANTITÀ]

[FIRMA]
UGO. A meno che tu non abbia un piano preciso, evita lettere anonime. Sono una perdita di tempo.
STUDIO.
Fatta. Potrei dedicarmi seriamente alle lettere d'amore. Cioè, mal che vada, non può mai andare così male come di persona.



BAR
IO. Che bei codini!GIULIA. Grazie!IO. Sai perché dicono che i codini sono il manubrio degli stupratori?

STUDIO
Oh, Dio, che cose terribili che sto dicendo. Ne vuoi sentire di più? In descrizione c'è un link ad una pagina Facebook con la raccolta delle domande più terribili che faccio su ask.
Puoi liberamente copiare o prendere spunto dalla mia lettera.
Fammi solo un favore: poi raccontami com'è andata, ok?


Luigi canta a squarciagola in mutande e fa l'imitazione di una chitarra elettrica.

IO. Oh, senti Luigi adesso basta. Lo sai che quando giro ho bisogno di silenzio. Sembra quasi che tu lo faccia apposta. Anzi, sono giorni che mi boicotti: mi hai messo la plastica da imballaggio sulla tavoletta del water, la crema anti-micotica al posto del detifricio, il filadelfia sul dedorante, la cacca finta nel letto e la cacca vera nella doccia. Non capisco, ce l'hai con me... oh... la profezia.

- Una settimana prima -

IO. È da un sacco che non metto a posto la mia camera. È tempo di rimediare… Fatto. Ehi, ma... questa è una mystic8Ball!

Sono trasportato nel tempio.

IO. Cosa... cos'è successo? Dove mi trovo?
MYSTIC8BALL. Io sono Myst...
IO. Ah, già, so chi sei, ho visto l'intro del video. Cosa ci faccio qui?
MYSTIC8BALL. Devo avvertirti di una profezia, risalente a ben prima della tua nascita. Faceva piùomeno così:
Due gemelli nasceranno, come le facce di una moneta. Uno buono... beh, dai decente, l'altro invece... malvagio!
IO. Tu... sei... il mio gemello malvagio!

Luigi si gira lentamente con un ghigno.



IO. Ok, grazie della dritta. Ancora non so cosa significa tutto questo, ma immagino lo saprò presto. Adesso devo scappare, che ho una stanza da mettere a posto.
IO. Wow. Mmmh. Che disordine. Mi do subito fare. … Molto meglio.

Me ne vado.

UGO. Ti è piaciuto questo video? Metti mi piace per farmi un favore, ed iscriviti al canale per non perderti la prossima puntata!
Non ti è piaciuto? Ah, mi spiace, c'è la penale, devi darmi €100. Ti è piaciuto questo video?

Altre sceneggiature dei miei video? Qui!